Apro il post con una frase presa tra quelle scritte con l’hashtag #MHPN che ritengo molto appropriata per quello che stiamo vivendo al giorno d’oggi:

Amo chi sa dire di no. Perché il no è onesto e coraggioso, antipatico e non ruffiano, difficile ma sincero. A dire sì basta la folla. (Mystique)

.

Tutta la campagna elettorale si incentra su Berlusconi dimenticandoci del reale problema dell’Italia: Berlusconi. 

Sono due giorni che non sento notizie su Bersani. Sapete quando si dimette?

Bersani: “Pronto a collaborare”. È pentito di essersi candidato.

Monti apre al Pdl, Bersani apre a Monti, Ingroia apre a Grillo, Vendola apre al Pd…. Gli unici ad essere aperti da tutti siamo noi.

“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. Allora dite ai 3 milioni di disoccupati che non fanno un cazzo di darsi una mossa

Ormai i politici si fanno fotografare solo con un cane. Per non lasciare dubbi su chi dei due è quello leale e fedele.

Berlusconi imita Bersani. Fare il coglione è la cosa che gli riesce meglio.

Se chi va al mulino si infarina dove cazzo è andato Berlusconi?

Ho fatto un sondaggio online che ti dice chi votare, è uscito “sto cazzo”.

Monti: «Scandali? Abbiamo fatto saltare il tappo». A me sembra sia ancora candidato.

Salta l’intervista di Grillo su Sky. No, non è quello che pensate.

Non vi interessa prendere in giro la politica ma le donne? Allora leggete Fondelli di Taglia

Annunci